CSI. Volley integrato, fotogallery e video del Trofeo di Città di Castelleone

Un avvincente ed incredibile secondo set ha consegnato la vittoria del quarto  Trofeo Città di Castelleone alla squadra Alphadi Pesaro

Di Redazione | Giovedì, 02 Marzo 2017 08:49

Il quarto trofeo Città di Castelleone

 

 

La sfida ha visto contrapporsi ancora una volta i marchigiani e Gli Amici di Emmy e Chiara del Dosso di Castelleone. Dopo un primo set  in cui ha prevalso abbastanza agevolmente l’Alpha, il secondo set è iniziato in salita per i castelleonesi che si sono trovati in svantaggio di 5 punti. Poi è successo l’incredibile: sul 18-13 è iniziata una progressiva ed inarrestabile rimonta che si è conclusa col pareggio a 25-25. Ad oltranza quindi; ma ci sono voluti ben 4 punti ai pesaresi per avere ragione della strenua difesa degli Amici di Emmy e Chiara, sconfitti col punteggio di 29-27. Tutto il pubblico del PalaDosso ha partecipato con grandi applausi e incitamenti alle due squadre che si giocavano la vittoria punto su punto.

 

Tifoseria

Tra i tifosi più caldi, non hanno fatto mancare il loro incitamento il sindaco di Castelleone, Pietro Fiori, e il consigliere delegato all’associazionismo, Gianluigi Valcarenghi. Vittoria comunque meritata per l’ALPHA Pesaro, che ha messo in campo una squadra equilibrata e capace di un gioco continuativo, senza cedi­menti. Non così Gli Amici di Emmy e Chiara, che invece hanno dovuto fare i conti con le defaillance di alcune pedine importanti della loro squadra. L’allenatrice Shtuka Donika dovrà lavorare molto in vista delle prossime rivincite. Infatti le sfide continuano nelle altre tappe del Trofeo delle Regioni, che si svolgeranno il 12 marzo a Cividate al Piano (BG), il 2 aprile a Pontevico (BS) e il 6 giugno ad Urbino, in casa dell’Alpha.

 

Finalina

Altrettanto combattuta è stata la finale per il terzo posto tra i Fulmini di Cremona e Fard di Cividate al Piano (BG). La squadra di Cremona, composta da ragazzi giovani, è partita di corsa, con molta grinta e determinazione, guadagnando il primo set e facendo immaginare una facile vittoria. Tuttavia un calo di tensione dei Fulmini e il recupero della squadra Fard, più continuativa nel gioco, ha cambiato l’andamento della gara; il 2° set è stato appannaggio dei bergamaschi, che si sono alla fine imposti, vincendo il 3° set al tiebreak.

 

Classifica finale

Una conclusione degnissima di una giornata a dir poco meravigliosa. Al mattino si è iniziato in due palestre, necessarie perché al torneo si sono iscritte ben 8 formazioni, provenienti dalla Lombardia, da Torino e da Pesaro.  Questa la classifica finale: 1° ALPHA Pesaro, 2° Gli Amici di Emmy e Chiara del Dosso di Castelleone, 3° FARD di Cividate al Piano (BG), 4° I Fulmini di Cremona, 5° GASP di Morbegno (SO), 6° Cremonesini Volley di Pontevico (BS), 7° Fuori Onda di Torino, 8° Sgammati di Cremona.

 

Fair play

Lo sport ha mostrato tutta la sua potenzialità di festa, di gioia, di impegno alla luce del fair play più autentico. Il Presidente del Panathlon di Cremona, Giovanni Radi, che ha presenziato alla manifestazione, non ha fatto mistero della sua soddisfazione. Quello che stupisce ogni volta, nello sport integrato con i disabili, è la voglia di vivere, la passione e la felicità di esprimere se stessi, cercando di mettere a frutto al massimo le proprie capacità. La soddisfazione nasce dalla consapevolezza di vivere un'esperienza intensa, che fa sentire davvero alla pari: cittadini del mondo.

 

Successo

Alle premiazioni il sindaco, Pietro Fiori, e il presidente del CSI, Claudio Ardigò, apparivano visibil­mente emozionati e non hanno mancato di sottolineare come queste occasioni sono di insegna­mento per tutti e sono una ricchezza che viene regalata a tutta la società civile e non solo sportiva. Carla Feraboli, in rappresentanza del Dosso, la società di casa, essendo la presidente, Maria Luisa Orgiu, assente per un impegno personale, ha portato i saluti, ringraziando anche gli organizzatori che hanno permesso il successo di questo quarto Trofeo Città di Castelleone.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Video

Tiramisù