SERIE A1. Pomì Casalmaggiore, confermata la centrale Jovana Stevanovic

Mancava solo l’ufficialità. Jovana Stevanovic vestirà la maglia rosa della Pomì anche nella stagione 2016-17. L’ atleta serba, classe 1992, lega a doppio filo il suo nome e la sua crescita sportiva a quelli di Casalmaggiore 

Di Redazione | Domenica, 31 Luglio 2016 05:15

 Jovana Stevanovic

 

 

Giunta in riva al Po come giovane promessa, è oggi una delle centrali più forti al mondo. La convocazione alle Olimpiadi e la stessa nazionale balcanica punta su di lei per gli imminenti giochi olimpici di Rio de Janeiro corona i successi conseguiti dall’atleta, nata a Belgrado il 30 giugno 1992, con la maglia rosa (Scudetto, Supercoppa italiana, Champions League, “second best middle-blocker” alla Final 4 di Champions, il record dei muri-punto in un solo campionato). Divenuta una delle giocatrici più ambite del mercato internazionale (forte è stato il richiamo dalla Turchia, ndr), e considerando che in una disciplina come il volley, specie quello di alto livello, sono sempre meno diffuse le bandiere, non era da escludere che le strade di Stevanovic e Pomì potessero infine separarsi.

 

Alcuni numeri

“Tutti – afferma Jovana – mi chiedono cosa mi abbia convinta a rimanere a Casalmaggiore, nonostante l’interessamento di altri club. Di solito i giocatori di alto livello vanno dove gli ingaggi sono più elevati, ma nel mio caso è differente: io faccio tutto con il cuore; e il mio cuore è con la Pomì e coi nostri tifosi. Quelle sensazioni ed emozioni che provo con questa squadra, non si possono comprare. Avevo tante scelte davanti; ma sento che io, la società ed i tifosi non abbiamo ancora finito: voglio continuare a vincere con Casalmaggiore, e portare la mia Pomì il più in alto possibile”. I numeri parlano chiaro. 82 gare disputate in Campionato, 310 set giocati, 952 punti e, soprattutto, 295 muri. Cifre da capogiro che hanno permesso a Jovana di diventare una dei centrali più forti e completi al mondo.

 

Appuntamento a Manila

La giocatrice belgradese veste la divisa rosa dal 2013: “Sono arrivata che ero una ragazzina, ed ora gioco ai massimi livelli: questi anni con la Pomì mi hanno dato tutto. E desidero continuare a ringraziare chi ha creduto in me con i risultati ed i successi. Le mie ambizioni rimangono alte: sono consapevole che la Pomì può crescere e vincere ancora tanto”. La prima occasione sarà a Manila col Mondiale per club (World championship 2016).

 

Sogno olimpico

Ma nel frattempo c’è l’appuntamento con Rio. “Partecipare alle Olimpiadi – assicura Stevanovic – è un passo molto significativo nella mia carriera. La Serbia è una grande squadra, cui non è precluso nessun risultato. Abbiamo lavorato tanto e con qualità; e, quando ci si crede, tutto è possibile. Rispettiamo ogni squadra; ma abbiamo fiducia in noi stesse, e pensiamo di potercela giocare con qualsiasi altro team. Spero tanto, alla fine, di poter sentire suonare il mio inno”.

 

SERIE A1

POMI’ CASALMAGGIORE

ARRIVI

PARTENZE

CONFERME

Klara Peric (a, Mladost Zagabria), Lucia Bosetti (s, Fenerbahce Istanbul), Giulia Gibertini (l, Forlì), Anastasia Guerra (s, Club Italia), Tamara Susic (c, Csm Bucarest)

Francesca Piccinini (s, Novara), Carlotta Cambi (a, Novara), Giada Cecchetto (l, Caserta), Marianna Ferrara (s, Evraux - Francia), Rossella Olivotto (c, Pesaro)

Valentina Tirozzi (s), Imma Sirressi (l), Lucia Bacchi (s), Carli Lloyd (a), Lauren Gibbemeyer (c), Jovana Stevanovic (c)

All.: Gianni Caprara (nuovo, Eczecibasi Istanbul)

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù