QUALIFICAZIONI OLIMPICHE. Viva la Giovine Italia e vamos in semifinale

Non si arresta il sogno olimpico dell'Italia. Le azzurre battono per 3-2 la Polonia e si qualificano per la semifinale dove affronteranno l'Olanda

Di Redazione | Venerdì, 08 Gennaio 2016 07:20

 

 

Per arrivare a questo risultato Antonella Del Core che festeggia il sedicesimo anniversario dal debutto in azzurro (Brema 7 gennaio 1999, Italia-Cuba 3-0) e compagne impiegano cinque set per domare la Polonia. Nel sestetto iniziale Bonitta, dopo la bella prova offerta contro il Belgio, decide di confermare Orro in regia, Enogu in banda e Danesi al centro al fianco di Guiggi; il resto della formazione è completata da Diouf opposta, Del Core in posto 4 e Sansonna libero. Altra novità con De Gennaro iscritta come giocatrice di campo entrata più volte al posto di Egonu in fase difensiva, mentre Chirichella, ancora non al meglio, indossava la maglia bianca del libero. Durante il match pochi scampoli di gioco per Centoni, Ferretti e Lucia Bosetti.

 

L’incontro

Nei primi due set le azzurre concedono poco alle polacche come dimostra il gioco espresso ed i parziali chiusi 25-18 e 25-22. Dal terzo in avanti l’Italia regredisce nella tenuta mentale concedendo troppo alle avversarie che pur eliminato vogliono giocare a viso aperto sino in fondo: ed è 2-2. Le azzurre trascinate dalla forza stratosferica di Enogu (23 punti) e da una Guiggi devastante a muro e in attacco (13 punti di cui 6 muri) volano per tutto il tiebreak sino al 14-10. Il colpo di coda della Polonia fa temere il peggio ma un servizio di Enogu regala la vittoria al team di Bonitta.

 

 

Le semifinali

In semifinali l’Italia affronterà questo l’Olanda del modenese Giovanni Guidetti (diretta sui RaiSport 1 a partire dalle 15.30), sfida che vede le orange favorite ma le azzurre non partono sconfitte. Nell’altro incontro si affronteranno Russia e Turchia; a volte gli del volley possono essere bizzosi. Eliminate invece il sorprendente Belgio e la Germania dei Maggie Kozuch.

 

Post partita
"Sapevo - analizza a fine gara coach Bonitta che questa partita sarebbe andata per le lunghe anche se si era messa bene.  La nostra è una squadra mai provata, se non in alcuni spezzoni di gara ed aveva bisogno di trovare continuità. L'abbiamo ritrovata nel tie-break, con un po' di pathos l'abbiamo portata a casa". Vittoria sofferta e col cuore come spiega Alessia Orro. "Un'altro 3-2, ma l'importante è che abbiamo vinto. Siamo partite benissimo, molte decise. Abbiamo giocato bene per due set. Poi ci siamo spente pian piano, loro hanno forzato di più la battuta e noi l'abbiamo rallentata e siamo andati in difficoltà. Poi nel quinto abbiamo ripreso e abbiamo chiuso. Con l'Olanda è una partita molto difficile, ma potete stare tranquilli che faremo del nostro meglio".

 

 

Italia-Polonia 3-2

Parziali: 25-18 25-22 22-25 19-25 15-13


Italia:  Del Core 9, Guiggi 13, Orro 3, Egonu 23, Danesi 11, Diouf 17, Sansonna (L). De Gennaro, Centoni  1, Ferretti , Bosetti L. , Non entrate:  Gennari, Bonifacio, Chirichella(L), All. Bonitta.

 

Polonia: Belcik 5, Werblinska 18, Pycia 9, Skowronska 4, Jagielo 10, Polanska 1, Maj (L). Kurnikowska, Efimienko 10, Tomsia 16, Krzos (L) , Ganszczyk. Non entrate: Grejman. All. Nawrocki.

 

Arbitri: Zahorcova e Huhtaniska.

 

 

Il programma

8 gennaio 2016 - semifinali ore 15.30 Olanda-Italia ore 18.30 Russia-Turchia.
9 gennaio 2016 - finale 3-4 posto e finale 1-2 posto.

 

La formula

Le classifiche verranno redatte tenendo presenti nell'ordine: il numero di vittorie, i punti conquistati, il quoziente set ed il quoziente punti. Per i Giochi Olimpici si qualifica la vincente del torneo, seconda e terza guadagnano il diritto a giocare il Torneo Intercontinentale che assegna tre posti (foto @Federvolley.it)

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

Tiramisù