SERIE A1. L'Epiù si arena in casa, Trento prende la Vittoria e sale ai Piani alti

CREMONA. Se è un sogno la Delta Despar non vorrebbe svegliarsi più. Dopo Brescia, le trentine conquistano il PalaRadi e per una notte sono principesse del massimo campionato italiano

Di Francesco Jacini | Domenica, 27 Settembre 2020 07:06

Elitsa Vasileva in attacco


Da ultima arrivata a sedere al banchetto degli Asi (gli dei della mitologia scandinava), la squadra di Matteo Bertini centra la seconda vittoria e resta a punteggio pieno. Gialloblù in campo con lo stesso schieramento che ha sconfitto la Millenium mentre l'EPiù, oltre ad avere una sola regista (e si sapeva), ha dovuto fare a meno di Maggipinto e Melandri, fermata da un indisposizione fisica, schierando Ciarrocchi, al debutto da titolare in A1.

Nella cornice di un PalaRadi 'semi aperto' (700 persone secondo le nuove regole vigenti), Casalmaggiore parte con il piede giusto, 7-5 (errore di D'Odorico), Trento reagisce approfitta di qualche errore di troppo delle casalasche, ed infila un break di uno a sette (8-12). Parisi chiama tempo ma sono le trentine a tenere il muso davanti. L'Epiù impatta sul 19-19 e sorpassa con un errore di Melli, ai vantaggi un muro di Furlan chiude i conti, 24-26.
Casalmaggiore prova a reagire, Trento resta in scia, 7-7, e poi innesta la marcia, 9-12 con Piani (Mvp dell'incontro). Stufi in fast riprende le ospiti, 13-13, Vasileva e Ciarrocchi suonano la carica, 19-17. Montibellier (best scorer delle rosa) sigla il 22-18 e scorrono i titoli di coda, la stessa opposta brasiliana chiude, 25-22, riaprendo la gara.

Ritornata la parità tra le due squadre, Casalmaggiore non riesce a dare la sterzata decisiva: l'EPiù mostra sprazzi di bel gioco e conta sulle individualità di Montibeller (alla fine ne farà 20) e Vasileva mentre Trento è più ordinato e gioca si squadra. La brasiliana e Ciarrocchi regalano il vantaggio alle locali, poi l'amnesia a metà parziale regala l'allungo alle gialloblù, 15-18 con Furlan. Casalmaggiore ricuce lo strappo sino al 21-21 con un bell'attacco di Partenio ma sul più bello stacca la spina. Trento chiude 21-25.

Squadre a braccetto nel quarto parziale. Un muro di Bonciani sigla il 15-13, Trento ribalta il punteggio sul 18-20 e vola con Melli sino al 20-23. Colpo di coda dell'E'Più che arriva il 23-23 ed annulla una palla match con Partenio. Il finale si accende di gialloblù con un errore di Montibeller ed un attacco di Furlan, 24-26.

In analisi Casalmaggiore ha bisogno di giocare per oliare ancora i meccanismi di gioco (in attesa che arrivi la sostituta di Lloyd, ndr) e la prossima gara contro Bergamo dovrà essere lo spartiacque della stagione. Sul fronte dolomitico la favola della matricola terribile Delta Despar prosegue, da possibile cenerentola a principessa, almeno per una notte di un campionato ricco di sorprese.

 

Vbc E'Più Casalmaggiore-Delta Despar Trentino 1-3 (24-26, 25-22, 21-25, 24-26)

Vbc E'Più Casalmaggiore: Stufi (K) 12, Partenio 12, Sirressi (L), Bonciani 5, Montibeller 20, Vanzurova, Ciarrocchi 5, Bajema, Vasileva 16. Non entrate: Maggipinto, Kosareva. All. Parisi-Piazzese.

Delta Despar Trentino: Piani 22, Trevisan, Moro (L), Fondriest (K) 12, Cumino, Ricci, D'Odorico 10, Furlan 15, Melli 19, Bisio. Non entrate: Marcone, Pizzolato. All. Bertini-Avi

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù