BALOO VOLLEY IN TOUR. Conosciamo Cutrofiano, la stella pallavolistica del Salento

Benvenuti cari lettori siamo pronti a partire per un altro viaggio virtuale con Baloo volley in tour. Prendiamo l'occasione di viaggiare con la fantasia nella regione Puglia

Di Redazione | Sabato, 30 Maggio 2020 17:03

Il municipio di Cutrofiano


Più precisamente a Cutrofiano comune di cerca 8940 abitanti, situato nel Salento (è una subregione della Puglia meridionale tra il mar Ionio e il mar Adriatico costituisce il tacco dello stivale italiano). Dal 2007 fa parte dall'Unione dei comuni della Grecia salentina (icomune che la fanno parte sono attualmente 12 i comuni dell'Unione condividono non solo la cultura e la lingua fa anche una serie di servizi comprensoriali sebbene nel paese non si parli più la lingua greka cioè dei 13 paesi di terra d'Otranto che conservano la lingua e le tradizioni Greche, Centro noto per la lavorazione della terracotta ha dato i natali a Uccio Aloisi (1928-2010) è stato uno dei maggiori esponenti salentini della tradizione della pizzica (una danza popolare presente nelle province di Lecce Brindisi e Taranto).

Di un gruppo di casali medievali alcuni dei quali sorti su antiche villae rusticae o pagi di epoca romana Imperiale è sopravvissuto alla distruzione dei Turchi nel quindicesimo sedicesimo e secolo solo quello più vicino all'Antica palude: Cutrofiano è nella palude e nelle argille che si giustifica l'antropizzazione (insieme degli interventi di trasformazione dell'ambiente naturale da parte del genere umano ) del luogo fin dai tempi remoti l'industria ceramica non è documentata solo dai numerosi prodotti raccolti nel museo civico ma anche da una fornace di epoca romana recentemente emersa nel 600.

Caduta la paura dei Turchi e abbattute le misere mura di difesa il paese iniziò ad espandersi nel 1745 1750 epoca in cui si redigono i Catasti Onclari (rappresenta la attuazione pratica delle norme dettate da Carlo di Borbone nella prima metà del XVII secolo) voluti dal Re di Napoli Carlo III di Spagna Fece parte della Contea di Soleto dal 1319 entrando così nei vastissimi possedimenti di Del Balzo Orsini principi di Taranto conti di Lecce nel 1484 il casale fu ceduto ai Del Doce dalla Corona Aragonese. Fin dalla metà degli anni cinquanta del Novecento e dai primi anni 60 Cutrofiano conobbe una stagione di sviluppo ed ammodernamento con l'avvio di numerose opere pubbliche di interesse generale in centro abitato fu dotato di servizi come le scuole ufficio postale ed il mercato coperto fu in quel periodo che si regolamentarono vari aspetti della vita quotidiana soprattutto dal punto di vista sanitario sì ridussero le emissioni di polveri dei numerosi forni situati nel centro abitato si intrapresero numerose iniziative sociali ed economiche come la stipula di diverse convenzioni in enti pubblici ed istituzioni di credito per l'erogazione di mutui a basso costo nonostante tali iniziative la comunità cutrofianese conobbe correnti migratorie verso le città del nord Svizzera Belgio e Germania dove le opportunità lavorative erano più ampie le condizioni di vita dei braccianti .

Dagli anni 60 'con l'elettrificazione nelle campagne ed il potenziamento della rete idrica e fognaria cittadina ha potenziato le attività agricole e zootecniche ed è diventata punto di riferimento per tutto il Salento il paese è caratterizzato da un'agricoltura ad alta produttività (cereali ulivi viti e tabacco) gli allevamenti più importanti sono quelli avicoli l'artigianato rappresento più di un terzo dell' imprenditoria non agricola tra i vini autoctoni segnaliamo. La Malvasia Nera o il Negroamaro (vitigno a bacca nera) il settore artigianale per cui Cutrofiano è nota è quello della ceramica anche al di fuori della provincia come centro di produzione di ceramiche artistiche.

Cutrofiano si è fatta conoscere per la prima volta nel volley nazionale con la formazione maschile che ha fine anni '90 ha partecipato al campionato di serie A2, ottenendo alcune salvezze mentre la squadra femminile ha partecipato nelle ultime due stagioni al secondo campionato nazionale, dopo aver ottenuto la promozione dalla B1 nel 2018.

 


BALOO VOLLEY IN TOUR

Per conoscere la prima parte di Baloo Volley In Tour. 1) Conosciamo Cremona, la città all'ombra del Torrazzo 2) Conosciamo Parma, i grandi successi della città Ducale 3) Conosciamo Reggio Calabria, la pallavolo sulla punta dello Stivale 4) Conosciamo Torino, il volley all'ombra della Mole 5) Conosciamo Matera, il forte legame tra la città dei Sassi e la pallavolo 6) Conosciamo Crema, città di cultura, cosmesi e pallavolo 7) Conosciamo Spoleto, la città nativa dello Zar Ivan 8) Conosciamo Castellana Grotte, faro della pallavolo nelle Murgie 9) Conosciamo Bolzano, i tesori pallavolistici tra le Dolomiti 10) Conosciamo Roma, come è nata la Città Eterna 11) Conosciamo Falconara Marittima, il volley sulle sponde dell'Adriatico 12) Conosciamo Agrigento, la pallavolo dalla Valle dei Templi 12) Conosciamo Catania, quando gli Scudetti parlavano siciliano 13) Conosciamo Treviso ed un'irripetibile storia pallavolistica 14) Conosciamo Santa Croce sull'Arno, l'orgoglio del volley pisano 15) Conosciamo Asti ed un volley tutto spumeggiante 16) Conosciamo Mantova, il volley decantato dal sommo poeta Virgilio 17) Conosciamo Orvieto, il volley nel segno Agricola Zambelli 18) Conosciamo Sala Consilina, il volley col nome di Antares 19) Conosciamo Bologna e la pallavolo secondo San Petronio 20) Conosciamo Montichiari, la tradizione del volley bresciano 21) Conosciamo Jesi, un decennio nel volley di vertice 22) Conosciamo Tortolì e la prima volta della Sardegna nel volley di serie A1 23) Conosciamo San Donà di Piave, quando il volley entra nella storia 24) Conosciamo Manerbio, storie di volley in provincia 25) Conosciamo Frosinone, poche ma intense stagioni nell'Olimpo del Volley 26) Conosciamo Romanengo, quando il volley (e non solo) colora la campagna 27) Conosciamo Vicenza, il volley progettato da Palladio 28) Conosciamo Bari, il primo tricolore del Sud Italia 29) Conosciamo Desenzano del Garda, il volley che ha sfiorato la promozione nei tornei nazionali 39) Conosciamo Reggio Emilia, la pallavolo che accende il Tricolore 40) Conosciamo Ancona, la pallavolo sulle sponde del Conero 41) Conosciamo Lodi, la pallavolo nella Città del Guerriero 42) Conosciamo Napoli, i miracoli della pallavolo secondo San Gennaro 43) Conosciamo Ariccia, gli Scudetti nei dintorni dell'Urbe 44) Conosciamo Pizzighettone, il volley sulle rive dell'Adda 45) Conosciamo Ornavasso, le Api del Volley italiano 46) Conosciamo Pesaro, il triplete a colori biancorossi delle colibrì 47) Conosciamo Urbino, il trionfo europeo della Robur Tiboni

 

Servizio a cura di Marco Boldini

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù