BALOO VOLLEY IN TOUR. Conosciamo Pesaro, il triplete a colori biancorossi delle colibrì

Siamo giunti ad un nuovo appuntamento con Baloo volley in tour pronti ad intraprendere l'ormai tradizionale viaggio con la fantasia in questa occasione il nostro percorso ci porta a Pesaro

Di Redazione | Domenica, 24 Maggio 2020 05:44

Palazzo Ducale di sera


Il Santo patrono è San Terenzio si festeggia il 24 settembre, comune di circa 95300 abitanti capoluogo di provincia di Pesaro e Urbino , è il secondo comune della regione per popolazione dopo Ancona il cinquantunesimo a livello nazionale affacciato sul mar Adriatico e attraversata dal fiume Foglia (lungo 90 km e sfocia nel mare Adriatico).

E' un centro balneare ed industriale situato tra le due colline costiere il San Bartolo e l'Ardizio il suo centro storico è pieno di elementi di interesse specialmente del periodo rinascimentale la città ha un comprensorio urbano che si estende di di la dei confini comunali Pesaro è conosciuta con il soprannome di città della bicicletta per via della vasta rete di piste ciclabili presenti sul territorio un altro soprannome che la città può vantare e città della musica per via del forte legame ancora attuale con il compositore pesarese Gioacchino Rossini compositore ( ricordato principalmente per le sue opere tra i quali il Barbiere di Siviglia, La gazza ladra, la Cenerentola, il Guglielmo Tell). Nel 2017 Pesaro ricevuto il riconoscimento come città europea dello sport insieme ad Aosta Vicenza e Cagliari nel 2019 si è candidato insieme alla città di Urbino come capitale culturale Europea Per il 2033 le origini della città risalgono all'età del ferro quanto Pesaro era un villaggio piceno la tradizione vuole invece che il nome della città sia derivato dal fatto che in epoca Romana nella città Furio Camillo vinti i Galli abbia pesato l'oro che i barbari stavano trafugando da Roma nel territorio circostante si trovava uno dei più importanti ed antichi insediamenti Piceni delle Marche il villaggio di Novilara (frazione di 515 abitanti).

Questo insediamento era era tra i pochi insieme a Numana e Ancona ad affacciarsi sul mare tra i reperti più noti rinvenuti nel territorio pesarese c'è la Stele di Novilara (nome della lingua Picena settentrionale) essa è stata recentemente interpretata e tradotta come iscrizione greca arcaica Incisa su un alfabeto che con le dovute variazioni era stato dotato da tutta Italia tra il IV ed il II secolo avanti Cristo tracce di lingua antica si sono conservate nel dialetto specialmente nell'entroterra e sono soprattutto di derivazione Greca nel IV secolo avanti Cristo nel corso dell'invasione celtica della penisola italiana (racchiude una serie di conflitti il cui inizio viene fatto risalire ai primi decenni del quarto secolo avanti Cristo.

I Galli senoni occupano la zona di Pesaro sovrapponendosi alle etnie precedenti nel 184 avanti Cristo i Romani fondarono la Colonia di Pisaurum eseguendo Francisco Vilar ha la forma di altri idronimi preindoeuropei (insieme di popolazioni preistoriche accomunate dall'uso linguistico) fu successivamente colonizzata da Ottaviano ( è stato il primo imperatore romano) e Marco Antonio (abile e feroce condottiero fu un luogotenente fidato di Gaio Giulio Cesare) diventando un centro economico posto sulla via Flaminia distrutta da Vitige (fu re degli Ostrogoti quando inizia la guerra greco gotica) venne distrutta da Belisario nel 539 dopo Cristo e occupata dai Goti dal 545 al 553 nel 752 fu presa dai Longobardi Che la tennero finché Pipino il breve re dei Franchi non la donò allo Stato della chiesa nel 774 nel rinascimento la città Adriatica video una successione di signorie il cui dominio fu interrotto da Cesare Borgia (è stato un condottiero cardinale Nobile e politico italiano) dal 1500 al 1503 in seguito consegnata a Papa Giulio II della Rovere con i quali era imparentato.

Nel 1799 durante l'occupazione napoleonica contadini e sanfedisti ( variegato movimento controrivoluzionario nato nell'Italia Meridionale alla fine del XVIII secolo) 11 settembre 1860 La città fu occupata dal generale Enrico Cialdini fu annessa allo Stato italiano in seguito ad un plebiscito Pesaro è un importante centro turistico grazie alle sue spiagge l'area industriale della città è caratterizzata da un forte sviluppo l'industria manifatturiera rappresenta la principale attività produttiva della città sul territorio di Pesaro sono presenti diverse aziende leader nel settore delle cucine tra le quali Scavolini. Febal inoltre hanno sede aziende di importanza internazionale come Biesse venelli e Morbidelli un settore storico per l'economia pesarese è quello dei motori e delle motociclette tra le aziende più importanti presenti sul territorio annoveriamo TM azienda che costruisce motociclette e motori da kart fondata nel 1977 la MotoBi è stata una casa automobilistica dal 1950 al 1974 per l'importante contributo in questo campo Pesaro ha meritato il titolo città dei motori.

La Robur Volley è stata in attività dal 1967 al 2013. Sopratutto verso il nuovo millennio ha raggiunto i risultati più importanti, vincendo tre scudetti consecutivi (2008-2010, nessuno da allora ci è più riuscito), una Coppa Italia di A1 e A2, quattro Supercoppe 2 Coppe Cev. In quegli anni hanno vestito la maglia delle colibrì giocatrici del calibro di Manuela Secolo, Martina Guiggi, Francesca Ferretti, Jacqueline, Sheila, Carolina Costagrande, Mari, Kasia Skowronska, Natalia Brussa e coach Ze Roberto.

Sciolta nel 2013 la società si è fusa con la Snoopy Volley ed è ripartita dalla B2 sino a raggiungere la A1 nel 2017. Purtroppo a causa di problemi finanziari la società ha dovuto rinunciare al titolo. Tuttavia nel 2020 la Blu Volley Vallefoglia acquisendo il titolo di A2 è intenzionata riportare la categoria nel territorio pesarese.

 


BALOO VOLLEY IN TOUR

Per conoscere la prima parte di Baloo Volley In Tour. 1) Conosciamo Cremona, la città all'ombra del Torrazzo 2) Conosciamo Parma, i grandi successi della città Ducale 3) Conosciamo Reggio Calabria, la pallavolo sulla punta dello Stivale 4) Conosciamo Torino, il volley all'ombra della Mole 5) Conosciamo Matera, il forte legame tra la città dei Sassi e la pallavolo 6) Conosciamo Crema, città di cultura, cosmesi e pallavolo 7) Conosciamo Spoleto, la città nativa dello Zar Ivan 8) Conosciamo Castellana Grotte, faro della pallavolo nelle Murgie 9) Conosciamo Bolzano, i tesori pallavolistici tra le Dolomiti 10) Conosciamo Roma, come è nata la Città Eterna 11) Conosciamo Falconara Marittima, il volley sulle sponde dell'Adriatico 12) Conosciamo Agrigento, la pallavolo dalla Valle dei Templi 12) Conosciamo Catania, quando gli Scudetti parlavano siciliano 13) Conosciamo Treviso ed un'irripetibile storia pallavolistica 14) Conosciamo Santa Croce sull'Arno, l'orgoglio del volley pisano 15) Conosciamo Asti ed un volley tutto spumeggiante 16) Conosciamo Mantova, il volley decantato dal sommo poeta Virgilio 17) Conosciamo Orvieto, il volley nel segno Agricola Zambelli 18) Conosciamo Sala Consilina, il volley col nome di Antares 19) Conosciamo Bologna e la pallavolo secondo San Petronio 20) Conosciamo Montichiari, la tradizione del volley bresciano 21) Conosciamo Jesi, un decennio nel volley di vertice 22) Conosciamo Tortolì e la prima volta della Sardegna nel volley di serie A1 23) Conosciamo San Donà di Piave, quando il volley entra nella storia 24) Conosciamo Manerbio, storie di volley in provincia 25) Conosciamo Frosinone, poche ma intense stagioni nell'Olimpo del Volley 26) Conosciamo Romanengo, quando il volley (e non solo) colora la campagna 27) Conosciamo Vicenza, il volley progettato da Palladio 28) Conosciamo Bari, il primo tricolore del Sud Italia 29) Conosciamo Desenzano del Garda, il volley che ha sfiorato la promozione nei tornei nazionali 39) Conosciamo Reggio Emilia, la pallavolo che accende il Tricolore 40) Conosciamo Ancona, la pallavolo sulle sponde del Conero 41) Conosciamo Lodi, la pallavolo nella Città del Guerriero 42) Conosciamo Napoli, i miracoli della pallavolo secondo San Gennaro 43) Conosciamo Ariccia, gli Scudetti nei dintorni dell'Urbe 44) Conosciamo Pizzighettone, il volley sulle rive dell'Adda 45) Conosciamo Ornavasso, le Api del Volley italiano

 

Servizio a cura di Marco Boldini

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù