SUPERLEGA. La Vero Volley non riesce a fermare Trento

MONZA. I monzesi non bagnano con un successo l'esordio stagionale alla Candy Arena nonostante grinta e generosità. In Brianza passano i trentini con una bella prova corale. Soli: "E' un momento duro ma possiamo e vogliamo uscirne"

Di Redazione | Venerdì, 17 Gennaio 2020 07:20

Sedlacek in attacco



La prima stagionale della Vero Volley Monza davanti al pubblico di casa della Candy Arena di Monza si chiude senza gioie. Nella seconda giornata di ritorno a fare i tre punti sono gli ospiti dell'Itas Trentino, lucidi nel chiudere il match in tre set infliggendo la seconda sconfitta consecutiva alla prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley. Soli deve rinunciare a Kurek, per lui fastidio alla schiena, contando sull'esordio da titolare del cubano Ramirez Pita, poi sostituito da Dzavoronok dal secondo gioco in poi come posto due. Monza fatica ad accendersi, riuscendo però nel parziale di mezzo a farsi sentire con il servizio ed il muro (2 di Beretta e 1 di Yosifov) e mettendo la testa avanti per più di una volta con l'ottimo Sedlacek (16 punti, 56% in attacco per lui).

Alla fine, però, a spuntarla è sempre Trento, che chiude ai vantaggi il gioco con le accelerazioni di un continuo Russell (16 punti, 1 ace ed il 78% in attacco) e un positivo Lisinac dal centro (13 punti, 3 muri ed il 69% in attacco). Boccone amaro per i lombardi, ora attesi domenica da Perugia e successivamente da Civitanova per i quarti di finale della Coppa Italia. Le notizie positive comunque ci sono: oltre al ritorno a casa c'è anche il recupero, non ancora completo, di Buchegger, sceso in campo quest'oggi a dare una mano ai suoi ma ancora lontano dalla migliore condizione.

 

Post partita

Fabio Soli (allenatore Vero Volley Monza): “Abbiamo messo più cuore rispetto a quello visto nelle ultime gare. Dobbiamo migliorare sicuramente delle cose, è evidente. Lo abbiamo condiviso in questa pausa ma non è bastato. Questa squadra può dare di più rispetto a stasera e alla gara contro Milano. La strada è dura, lunga, lo sappiamo. Dobbiamo e vogliamo crescere anche se purtroppo i risultati non ci danno una mano. Dobbiamo essere noi però a darci una mano con la qualità di gioco. Oggi sapevamo che saremmo stati in emergenza, motivo per cui avevo detto ai ragazzi di aspettarsi di uscire ed entrare, cambiare, magari giocare fuori ruolo. Lo hanno fatto bene, giocando col giusto piglio. Dobbiamo mettere sicuramente più qualità, perchè durante la gara diventiamo scontati e questo si ripercuote sul nostro entusiasmo, aspetto fondamentale per risolvere momenti del match che non ti arridono".

Davide Candellaro (centrale Itas Trentino):"Sapevamo che non sarebbe stato semplice, dopo una sosta lunga, in un palazzetto così caldo come quello di Monza. Credo però che la nostra squadra sia stata brava a stare nel gioco, leggendo bene le situazioni e concretizzando nel momento in cui era importante farlo attraverso le situazioni di gioco studiate in questo periodo senza partite. E' una vittoria che fa bene e ci dà morale. Possiamo crescere molto e già nelle prossime due, tre gare sono certo che potremo far vedere ulteriori miglioramenti".

 

Vero Volley Monza - Itas Trentino 0-3 (19-25, 29-31, 21-25)

Vero Volley Monza: Sedlacek 16, Beretta 7, Orduna, Dzavoronok 12, Galassi 2, Ramirez Pita 1; Goi (L). Calligaro, Federici (L), Louati 4, Yosifov 4, Buchegger 1. N.e. Kurek, Capelli. All.: Soli.

Itas Trentino: Candellaro 6, Vettori 11, Cebulj 11, Lisinac 13, Giannelli 2, Russell 16; Grebennikov (L), Djuric, Michieletto. N.e Daldello, De Angelis (L), Codarin, Sosa Sierra, Kovacevic. All.: Lorenzetti.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù