SERIE A1. Troppo forte Scandicci, la Banca Valsabbina si arrende in tre set

MONTICHIARI (BS). Si conclude con una sconfitta il girone d'andata della Banca Valsabbina Millenium Brescia. La squadra di coach Enrico Mazzola cede alla Savino del Bene Scandicci in soli tre set

Di Redazione | Domenica, 30 Dicembre 2018 08:52

In copertina Lucia Bosetti in attacco duranta Brescia-Scandicci

 


Le bresciane, provate dopo i 10 set giocati fra sabato e mercoledì scorso, non riescono a trovare le contromisure adatte per impensierire fino in fondo le quotate avversarie, guidate da una strepitosa e immarcabile Haak, oltre che dai muri di Adenizia. Dopo dodici gare la Millenium chiude al nono posto e resta esclusa dalla Coppa Italia, l'ottavo posto è favorevole a Cuneo. Top scorer bresciane sono state Pietersen e Villani con 10 punti a testa. Sul fronte toscano ottima la gara di Haak, premiata come Mvp dell’incontro, autrice di 15 palloni messi a terra. Lo starting 6+1 di Mazzola è quello del PalaVerde, Pietersen al posto di Rivero mentre ritorna tra le titolari capitan Veglia. Parisi opta per il sestetto base che ha battuto Bergamo.

Gara

Primo set all’insegna dell’equilibrio, almeno inizialmente. Il primo minibreak è di marca Banca Valsabbina con Pietersen (4-2), negli scambi successivi Nicoletti sigla il 5-3. Scandicci risponde con un pallonetto di Bosetti, Nicoletti in parallela e Villani (mani out) mantengono a due lunghezze il gap (7-5). Scandicci accorcia sino all’8-7 (Bosetti, attacco out bresciano) ma è Brescia ad allungare di nuovo (10-7). Haak prende in mano la situazione impatta e risposta il tabellone luminoso sul 10-10. Capitan Veglia risponde ad un servizio vincente toscano (11-11). Al termine di uno scambio combattuto che ha strappato l’applauso del PalaGeorge, Bosetti sigla il 12-14. Un attacco vincente di Stevanovic regala il 13-16, quindi Mazzola ferma il tempo per riordinare le idee, Washington risponde presente trasformando il 14-16. Scandicci non ferma la marcia è vola a più cinque (muro di Adenizia su Nicoletti) e Mazzola richiama time out. Dentro Biava al posto di Pietersen in ricezione, Villani segna il 15-20 per l’ultimo colpo di coda bresciano. Rientra Pietersen nel cambio con Biava e Manig subentra su Villani in battuta, l’olandese segna il 17-23. Nel finale spazio a Miniuk per Veglia ma Vasileva chiude il parziale che consegna il 17-25 per Scandicci.

Cambio in corsa

Partenza favorevole alle ospiti nel secondo parziale. Un preciso attacco di Vasileva realizza il 4-7, la Banca Valsabbina reagisce, conquistando il pareggio (9-9). Bresciane e toscane vanno a braccetto negli scambi successivi, sul 10-11 per Scandicci coach Parisi chiama video check per presunto tocco a muro su attacco di Nicoletti; il replay cambia la decisione arbitrale per il 10-12. Haak dai nove metri realizza il 10-13 e poi regala un nuovo allungo alla Savino del Bene, costringendo Mazzola a chiamare il time out. Washington dal centro prova a suonare la carica e un attacco out di Stevanovic dimezza lo svantaggio (12-14). Una pipe di Villani fa esultare il PalaGeorge, Parisi ferma il gioco. La Banca Valsabbina impatta (14-14) e si porta in vantaggio con un attacco in diagonale di Pietersen; sul 16-14 Scandicci inserisce Mitchem per Vasileva e Stevanovic interrompe il break (zero a sei) ma Villani riporta a due le lunghezze di vantaggio per la Banca Valsabbina (18-16). Di Iulio d’astuzia segna il 19-17, rispondono Adenizia e Haak (19-19). Brescia richiede un video check per un attacco di Villani ma il replay conferma la palla out (19-20). Mazzola ferma il tempo (19-21) ma la pausa non da la scossa sperata: Scandicci innesta il turbo con Adenizia per il 19-23. Veglia realizza il 21-23, riaccendendo le speranze bresciane, stroncate da Adenizia che regala tre set point alla Savino del Bene. Haak trasforma il primo (21-25).

 

Nel terzo set il team di Parisi con Mitchem in campo per Vasileva innesta i reattori (3-7). Coach Mazzola corre ai ripari fermando il tempo; Pietersen realizza il 4-7 ma l’inerzia è in mano alle toscane: Adenizia ferma a muro Pietersen (5-11). La Banca Valsabbina tenta la reazione con un ace di Villani (8-13), ma Scandicci sigla l’8-15 e Brescia esaurisce i tempi. Pietersen suona la carica (9-16), segue un muro di Washington (11-19). Mazzola alza il muro con Bartesaghi per Di Iulio, Scandicci resta sul pezzo con Haak immarcabile (12-21), quindi Adenizia fa scorrere i titoli di coda. Un potente attacco di Haak sigla il 14-25 finale. Concluso il girone d'andata con 15 punti, frutto di cinque vittorie, le Leonesse sono pronte ad affrontare la seconda parte della stagione con rinnovato entusiasmo: prossimo appuntamento, prima giornata del girone di ritorno, è fissato per domenica 6 gennaio alle 17. Al PalaGeorge di Montichiari arriverà l'Igor Novara capolista.


Post partita

Enrico Mazzola (Banca Valsabbina Millenium Brescia): “Il break nel primo set e la decisione arbitrale nel secondo che ci ha condizionato. Abbiamo avuto voglia di giocare ma Scandicci è una squadra molto forte”.

Jovana Stevanovic (Savino del Bene Scandicci): “Siamo contente del risultato. Abbiamo impostato il nostro gioco e siamo state continue, senza dare possibilità a Brescia di rientrare in gara. Nonostante i continui impegni di questo periodo stiamo crescendo”.

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia-Savino del Bene Scandicci 0-3 (17-25, 21-25, 14-25)

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Biava, Rivero, Norgini (L), Manig,  Di Iulio 1, Pietersen 10,  Villani 10, Parlangeli (L), Washington 4, Bartesaghi, Nicoletti 9, Veglia 3, Miniuk. Allenatore: Mazzola. Assistente: Zanelli.

Savino del Bene Scandicci: Mastrodicasa, Bisconti, Malinov 2, Adenizia 8, Hood, Mitchem 2 , Merlo (L), Pala, Haak 15, Mazzaro, Zago, Caracuta, Stevanovic 5, Bosetti 7, Vasileva 5. Allenatore: Parisi. Assistente: Bendandi.


Classifica

Igor Gorgonzola Novara 32; Savino Del Bene Scandicci 28; Imoco Volley Conegliano 28; Unet E-Work Busto Arsizio 24; Pomì Casalmaggiore 23; Saugella Team Monza 23; Il Bisonte Firenze 16; Bosca San Bernardo Cuneo 15; Banca Valsabbina Millenium Brescia 15; Zanetti Bergamo 15; Lardini Filottrano 8; Reale Mutua Fenera Chieri 5; Club Italia Crai 2.


Servizio a cura di Romano Lombardi


RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù