SERIE A1. Banca Valsabbina: Brescia gioca ma non graffia, Bergamo vince

MONTICHIARI (BS). Secondo ko consecutivo per la Millenium Brescia, sconfitta al PalaGeorge dalla Zanetti Bergamo per 1-3 in uno storico derby lombardo

Di Redazione | Lunedì, 19 Novembre 2018 08:34

 Camilla Mingardi elude il uro di Tiziana Veglia ed Anna Nicoletti in Banca Valsabbina-Zanetti (foto © Muliere x Rm Sport)

 

 

Mvp della partita è stata, Hanna Tapp, centrale della Zanetti, premiata da Manuel Fiori della Savallese Trasporti. La centrale americana con 16 punti (6 muri e 3 ace) è stata protagonista, e sempre sul fronte orobico in doppia cifra sono Mingardi e Olivotto con 13 punti a testa. Sugli scudi per la Banca Valsabbina Rivero e Nicoletti, entrambe hanno messo a segno 19 palloni vincenti a testa. Da sottolineare l’esordio stagionale di Judith Pietersen, entrata al posto di Villani nel corso del secondo parziale. Si è tratto di una gara combattuta e lottata, che ha entusiasmato il pubblico dei 1500 del PalaGeorge di Montichiari, ma che ha premiato la maggiore esperienza delle ospiti nei momenti decisivi nei finali dei set.

 

Sorpasso nel finale

La Millenium di coach Enrico Mazzola scende in campo Di Iulio-Nicoletti in diagonale, Rivero e Villani schiacciatrici, capitan Veglia e Washington centrali, Parlangeli libero. Coach Bertini, da questa stagione alla guida di Bergamo, schiera Cambi opposta a Mingardi, in posto 4 Acosta e Courtney, Tapp e Olivotto al centro, Imperiali libero al posto della squalificata Sirressi. Nel set d’apertura parte meglio la Banca Valsabbina (3-1), trascinata dagli attacchi di Nicoletti. La Zanetti non sta a guardare e con Tapp pareggia i conti, ma Rivero prontamente riporta in vantaggio la squadra di casa. Tapp blocca un attacco di Rivero, Nicoletti sigla il 9-5 e coach Bertini ferma il tempo (9-5). Bergamo ricuce lo strappo, ace di Tapp e pallonetto di Acosta fanno 9-8. Gli scambi sono equilibrati, la Banca Valsabbina mantiene un margine di vantaggio che oscilla tra i due e i tre punti. Courtney mette a terra la palla del del 15-13, risponde Washington in fast (16-13), un servizio vincente della nazionale Usa regala il 17-13 e Bertini gioca il jolly del secondo time out. La Zanetti resta in corsa arrivando poi al pareggio (17-17) e portandosi in vantaggio per la prima volta (18-19). Cambio in casa Bergamo con Loda per Acosta, e Brescia chiama un videocheck confermato dall’arbitro (19-21). Mazzola ferma il gioco per riordinare le idee e Bergamo rimette in campo Acosta per Loda. Mingardi sigla il 20-22, Rivero dimezza il gap (21-22). Nello scambio seguente (attacco Courtney) Bergamo chiama il videocheck, confermato il punto per la squadra ospite. La Zanetti ha in mano il set 21-24 e un muro di Tapp su Rivero chiude il primo parziale 21-25.

 

Finale incandescente

Il servizio di Mingardi mette in difficoltà la ricezione della Banca Valsabbina 2-4, Mazzola chiama subito il tempo per riorganizzare le contromosse. Tapp sigla il 3-6 ed un attacco out di Washington (dopo video check) regala il 3-7. Brescia accorcia con la centrale statunitense, Cambi in secondo tocco riporta la Zanetti a più quattro. Sul 4-9 Mazzola gioca la carta Pietersen, esordio stagionale per lei, su Villani. Nicoletti di forza suona la carica, ma Acosta riporta ancora a cinque le lunghezze di vantaggio della Zanetti. Un attacco in parallela di Nicoletti porta acqua al mulino della Banca Valsabbina (10-12), ed il duo Washington-Rivero permette a Brescia di restare in scia delle ospiti (12-14). Pietersen di precisione regala il punto del 14-15, la rimonta si completa (15-15), grazie ad un attacco out di Acosta. Bertini ferma il gioco e la schiacciatrice venezuelana riporta Bergamo in vantaggio (15-16). Brescia rinforza la ricezione con l’ingresso di Norgini per Rivero ed è brava ad agguantare il pareggio con Nicoletti a quota 18, rientra Rivero ed è proprio l’attaccante iberica a siglare l’attacco vincente del 18-20. Tapp (attacco vincente e muro) consente alla Zanetti d’impattare (21-21). Rivero sigla il 23-22 quindi Mazzola alza il muro con Bartesaghi per Di Iulio, ma Bergamo pareggia (servizio out di Nicoletti) ma nell’azione dopo regala il set ball alla Banca Valsabbina. Bergamo la annulla e si regala una palla set, trasformata da Acosta.

 

Brescia pareggia

La Banca Valsabbina parte nel terzo set con un piglio più aggressivo e Villani rientrata per Pietersen. Nei primi scambi, dopo un susseguirsi di chiamate video check, Brescia prende il largo 13-10, Mingardi sigla il 14-13 e tiene Bergamo in scia. Tapp di astuzia regala quindi il pareggio alla Zanetti (15-15). Villani non ci sta e con una diagonale millimetrica regala il 18-17. Trascinata dallo straordinario pubblico del PalaGeorge, la Banca Valsabbina chiude il 21-18 con Villani ed ancora l’attaccante toscana ad andare a punto (22-18). La Zanetti diminuisce il gap (23-20), Mazzola chiama time-out e Bergamo si avvicina pericolosamente (23-22), Villani in mani out (dopo video check) regala due palle set. Mingardi annulla la prima, Nicoletti trasforma la seconda.

 

Bergamo più incisiva

Il quarto set prende il via all’insegna dell’equilibrio. Bianconere e rossoblù si alternano al comando del punteggio sino a quando la Zanetti allunga 9-11, Villani ed un muro di Nicoletti griffano il pareggio. Rivero da posto 4 segna il 12-11, Mingardi risponde (12-12), Bergamo si riporta in vantaggio (13-14) ma la Banca Valsabbina non molla: Washington segna il 16-15, dopo un bel recupero di Parlangeli, ma Bergamo controbatte 16-17. E’ una guerra di nervi. Villani pareggia i conti a quota 18. Mingardi regala il 19-21 e la Banca Valsabbina interrompe il gioco con un tempo discrezionale: Rivero accorcia (20-21) e Bertini inverte la diagonale (Smarzek e Carraro per Cambi e Mingardi). Un fallo di invasione fischiato a Bergamo pareggia i conti ma Acosta regala la palla match alla Zanetti, e sempre l’attaccante venezuelana chiude i conti.

 

Turno di riposo

Nel prossimo turno, il settimo del girone d'andata, la Banca Valsabbina sosterrà il turno di riposo. Le Leonesse ritorneranno in campo nell'ottava giornata, domenica 2 dicembre (ore 17) al PalaRadi di Cremona contro la Pomì Casalmaggiore, mentre per rivedere la Millenium tra le mura amiche del PalaGeorge di Montichiari si dovrà attendere, domenica 9 dicembre (ore 17), quando le bianconere di Mazzola affronteranno l'Uyba Busto Arsizio .

 

Post partita

Enrico Mazzola (Banca Valsabbina Millenium Brescia): “La posizione in classifica di Bergamo era falsa. E’ stata una gara combattuta e giocata ad alto livello, al limite delle nostre possibilità. L’unico rammarico sono state le situazioni facili dove non abbiamo chiuso il punto, come molte free-ball, spesso per colpa della nostra inesperienza. La pausa sarà importante per ricaricare le pile sia e livello fisico che mentale”.

 

Matteo Bertini (Zanetti Bergamo): “Non è stata una gara per nulla facile. Brescia ha un ottima correlazione muro e difesa, è stata una vittoria di carattere, è stata una vittoria di cuore per noi, dobbiamo affrontare il campionato gara dopo gara”.

 

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia - Zanetti Bergamo 1-3 (21-25, 24-26, 25-22, 23-25)

 

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Biava ne, Rivero 19, Norgini, Manig ne, Di Iulio, Pietersen 1, Villani 12, Parlangeli (L), Washington 12, Bartesaghi, Nicoletti 19, Veglia 6, Baccolo ne, Miniuk ne. Allenatore: Mazzola. Assistente: Zanelli.

 

Zanetti Bergamo: Smarzek 2, Imperiali (L), Olivotto 13, Sirressi (L) ne, Courtney 10, Tapp 16, Carraro, Mingardi 13, Cambi 3, Loda 1, Acosta 11, Strunjak ne. Allenatore: Matteo Bertini. Assistente: Daniele Turino.

 

 

Classifica

Igor Gorgonzola Novara* 14; Unet E-Work Busto Arsizio** 12; Imoco Volley Conegliano** 12; Savino Del Bene Scandicci 12*; Pomi' Casalmaggiore 12; Banca Valsabbina Millenium Brescia 10; Saugella Team Monza 10; Il Bisonte Firenze* 8; Bosca San Bernardo Cuneo* 5; Lardini Filottrano* 3; Zanetti Bergamo 3; Club Italia Crai 1*; Reale Mutua Fenera Chieri 0. * una partita in meno, ** due partite in meno.

 

 


Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 


RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù