SERIE A1. Pomì contro Bergamo la gara della svolta, tutti al PalaRadi!

CASALMAGGIORE (CR). A pochi giorni dal passaggio del turno in Coppa Cev, la Pomì, domenica 14 gennaio alle ore 17 sarà impegnata contro Bergamo in una gara cruciale sull’immediato futuro

Di Redazione | Venerdì, 12 Gennaio 2018 18:27

In copertina Jovana Stevanovic

 

 

La squadra di coach Lucchi vuole assolutamente continuare il trend positivo iniziato con la vittoria contro Scandicci, così l'allenatore di Cesenatico potrà contare su tutte le atlete a sua disposizione, compreso il nuovo acquisto, l'olandese Balestein-Grothues. Al palleggio Lo Bianco, alla prima da ex visto l'infortunio che l'aveva tenuta ferma al PalaNorda, opposto Zago a chiudere la diagonale, coppia centrale formata da capitan Stevanovic e da Martina Guiggi, altra ex della gara. In banda due maglie per quattro tra Martinez, Guerra, Starcevic e Grothues, libero Sirressi. Backlines pronte a dare il loro apporto Rondon al palleggio, Zambelli centrale, e Napodano. Vincere permetterebbe di avvicinarsi alla zona play off.

 

Prepartita

"È una partita molto importante per il proseguo del nostro campionato- dice coach Cristiano Lucchi - e la dovremmo affrontare con la massima determinazione e volontà per portare a casa il risultato. Di fronte avremmo una Bergamo molto differente da quella incontrata all’andata, quando ancóra mancavano Malinov, Sylla e Popovic. Sarà una partita molto dura e solo con l’atteggiamento tenuto in campo domenica scorsa potremmo dettar legge”. Ma il coach della Pomì continua, parlando di Coppa Cev: "Troveremo nel nostro cammino il Bekescsabai, squadra ungherese. Dovremo arrivare al meglio fisicamente e mentalmente per quel giorno, dato che prima ci aspettano 3 gare in 7 giorni fondamentali per il nostro campionato”,

 

Avversarie

Coach Stefano Micoli, coadiuvato da Daniele Turino, non potrà contare sia sul libero titolare che su quello di riserva ma ritrova l'opposto titolare. In campo per la Foppa quindi dovremmo vedere Ofelia Malinov al palleggio, assente nella gara d'andata, e la "ritrovata" Sanja Malagurski opposto. Al centro Ema Strunjak e Mina Popovic, altra assente al PalaNorda, in banda ballottaggio tra Miriam Sylla, terza assente alla gara d'andata, Francesca Marcon e Roslandy Acosta, top scorer finora delle bergamasche. Libero la giovanissima Fabiola Ruffa. Backlines, già detto delle assenze di Cardullo e Imperiali, le giovanissime Boldini e Battista rispettivamente palleggiatrici e schiacciatrice/opposto e la più esperta Paola Paggi.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù