GIOVANILI. Nasce il nuovo consorzio pallavolistico tra Lodi, Riozzo e Zelo Buon Persico

Svolta significativa nel panorama del volley lodigiano. In particolare tesa a sviluppare il settore giovanile e puntare sullo sviluppo della pallavolo nelle scuole. Saranno 30 le classi coinvolte

Di Francesco Jacini | Martedì, 05 Settembre 2017 06:58

In copertina Vincenzo Calzone, Enzo Carrer, Annunciata Scala e Marco Spozio

 

 

Nel tardo pomeriggio di domenica 2 settembre presso il centro sportivo Faustina di Lodi tre tre società di riferimento del territorio Volley 2000, Volley Riozzo e Asd Zelo Buon Persico hanno annunciato un nuovo progetto pallavolistico. A dare notizia sono stati Enzo Carrer, presidente del Volley 2000 Lodi, Annunciata Scala, presidente del Volley Riozzo, e Vincenzo Calzone, vice presidente dello Zelo Buon Persico. Ospite e padrino della lodevole iniziativa Marco Spozio, vicepresidente della Fipav Cre-Lo. All’incontro sono stati presenti numerosi genitori, tecnici, tra cui Fabrizio Zaino, coach della Properzi di serie C, e dirigenti delle tre società.

 

Giovanile

“Vogliamo tutti insieme - esordisce Carrer - creare qualcosa che nel lodigiano non è stato ancora fatto. Formare una collaborazione, una squadra di società per sviluppare il settore giovanile nel nostro territorio come lo sviluppo nella scuola e del minivolley”. Il giovanile, da sempre un’idea della presidentessa del Riozzo, società che vanta circa 230 tesserati tra Fipav e Csi, e ha proprio in questo ramo il suo fiore all’occhiello. “Siamo convinti - spiega Scala - che sia fondamentale partire dalla base ed in particolare nelle scuole”.

 

Aumentare consorsazione

Entusiasmo da parte anche sul fronte di Zelo Buon Persico per questo progetto. “Siamo onorati di farne parte - commenta Calzone -. Sin da subito abbiamo condivise le idee e le premesse sono buone”. Ultimo intervento da parte di Spozio, rappresentante del Cre-Lo. “Il progetto è bellissimo. Andrebbe sviluppato ed esportato anche in altre realtà territoriali del nostro comitato”. Tutti hanno sottolineato che ogni società resterà indipendente l’una dall’altra, specificando che in futuro sarebbe importante aumentare la consorsazione.

 

Scuole e classi

Il progetto prenderà il via a novembre e si concluderà a maggio con una festa finale, coinvolgerà sei scuole primarie (Melegnano, Cerro al Lambro, Tavazzano, San Martino in Strada, Ossago Sordio o Carpiano) di 30 classi di 4^ e 5^. Gli istruttori saranno Silvia Pavesi, Michela Gorgoglione e Vittorio Porcelli.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

Tiramisù