SERIE A2. Play off, Millenium Brescia giocati il tutto per tutto

I play off promozione sono entrati ormai nel vivo. In attesa dell’ingresso di Pesaro e Legnano, già qualificate alle semifinali,  per questa sera si giocherà gara 2 fra Soverato e Brescia e Trento e San Giovanni in Marignano

Di Redazione | Venerdì, 21 Aprile 2017 08:19

Millenium Brescia

 

 

Soverchiando i pronostici della vigilia le romagnole hanno vinto a Trento con un rotondo 3-0 mentre leonesse sono state sconfitte con onore (3-1) a Soverato. Questa sera, venerdì 21 aprile (ore 20.30), Natalia Viganò e compagne vorranno prolungare la serie a gara 3 e giocarsi il tutto per tutto: la sconfitta rimediata al PalaScoppa non ha pregiudicato del tutto il cammino, che se dovessero vincere in casa domani potranno giocarsi la “bella” a Soverato domenica 23 aprile ore 17, anche se non si può negare che ora la strada sia ben ripida. La sfida si terrà al PalaMillenium di via Lizzere a Bagnolo Mella.

 

Avventura al di sopra di ogni immaginazione

Sarà un evento di rilievo per la società bianconera, neopromossa in categoria, e per il territorio bresciano e non solo. Un evento imperdibile, proprio per questo è atteso il pubblico delle grandi occasioni a bordo campo, per emozionarsi ancora una volta a fianco delle tredici leonesse che nello spazio infinito del volley italiano stanno giocando un’avventura al di sopra di ogni immaginazione.

 

Valori differenti

Le bresciane hanno fatto vedere di poter stare al passo, di potersela giocare quando tutto gira. Ma le soveratesi sono una formazione che può far valere esperienza e budget differente diverso rispetto alle bresciane, che in frangenti come questo possono fare la differenza. Basti pensare che la scorsa stagione Soverato, all’ottava stagione consecutiva in A2, (la prima è stata nel 2010-11) ha terminato la stagione al secondo posto ed è stata eliminata ai play off da Trento, poi sconfitte da Monza in finale.

 

Promozioni sul campo

Tutto di guadagnato dunque per il sodalizio bresciano, che ci ha abituato a una crescita costante sotto la guida del presidente Roberto Catania, che sette stagioni fa (2010) vinceva il campionato di serie D, sei quello di C (2011), quattro quello di B2 (2013) e a meno di dodici mesi della promozione in A2 (nessuno si dimentica ciò che è successo la sera del 28 maggio 2016, ndr). Il tutto ottenuto sul campo. Chapeux! E oggi è in corsa per la A1, l’Olimpo del volley italiano, ovviamente non un obiettivo prefissato a inizio stagione perché il passo è davvero enorme e va ponderato con struttura e finanze adeguate, ma sognare, almeno per un’altra notte, non costa nulla.

 

 

Servizio a cura di Pierluigi Rudiani

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

Tiramisù