SERIE A1. Saugella Monza, Luciano Pedullà nuovo allenatore. Arriva l’ufficialità

Novità di assoluto prestigio in casa Saugella Team Monza. Luciano Pedullà, tecnico di primo piano nel panorama della pallavolo nazionale ed internazionale, sarà l’allenatore della prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley

Di Redazione | Giovedì, 20 Aprile 2017 15:27

Luciano Pedullà

 

 

Nato a Novara nel 1957, Pedullà ha iniziato ad allenare a Sumirago nel 1989-90 portando la società in quattro stagioni dalla B alla massima serie. Nel 1995-96 si trasferisce ad Omegna, crescendo molte giovani che poi hanno fatto la storia della pallavolo come Eleonora Lo Bianco e Paola Cardullo. Nella stagione 1999-2000 si sposta a Trecate: guida le sue alla promozione in serie A1 dopo aver vinto la Coppa Italia di A2, proseguendo la sua attività, per altre due stagioni, anche quando la squadra di sposta a Novara.

 

Esperienze internazionali

Dopo le esperienze a Forlì e Chieri, arriva la prima chiamata con i colori azzurri: diventa allenatore della Nazionale Juniores con cui, nel 2004, vince l'Europeo nella finale di Presov (SVK), battendo la Serbia Montenegro 3-0. La conquista del titolo gli apre le porte del Mondiale in Turchia, dove chiude quarto con due sconfitte al tie-break contro Brasile e Cina. Nel 2006-07 torna ad allenare una squadra di club: Sassuolo lo chiama e lui risponde con la vittoria della Coppa Italia d A2 al primo anno. Nel 2007-2008 torna a Novara in B1 ma la stagione successiva è nuovamente alla guida della prima squadra. Nel 2011-12 è a Pesaro, poi nel 2013 a Cislago per cinque mesi come direttore tecnico e allenatore dell’Under 16, Under 18 e B2 dell’US Cistellum, per tornare a Novara nel 2013-14 dove vince la Coppa Italia 2015 e raggiuge la finale scudetto, anno in cui fa la sua prima esperienza all'estero alla guida della nazionale della Germania.

Possibile protagonista
“Tornare in panchina e farlo con una squadra come la Saugella, che appartiene ad una realtà di riferimento come il Consorzio Vero Volley, che tra l’altro ammiro e seguo da molto tempo, è sicuramente un’emozione forte – commenta il nuovo allenatore del Saugella Team Monza, Luciano Pedullà -. Con il presidente Alessandra Marzari c’è sempre stato un ottimo rapporto: ci siamo confrontati più volte su temi pallavolistici e ammetto che sono emersi sempre spunti arricchenti. Sono sicuro che la squadra che verrà costruita, considerate le solide basi di questa realtà, avrà tutte le carte in regola per poter diventare con il tempo protagonista nella massima categoria. Il direttore sportivo Claudio Bonati si è mosso molto bene nella passata stagione sul mercato e sono certo che farà lo stesso anche la prossima, facendo approdare in squadra nomi interessanti che abbiano un mix di esperienza e gioventù. Sapere che la società abbia scelto me anche per la sensibilità che ho sul settore giovanile non può che farmi piacere, e non nascondo che, tra i motivi che mi hanno portato ad accettare questa proposta, è rientrato proprio questo approccio al lavoro”.

 

Giovanile, fiore all’occhiello

“Negli anni ho sempre nutrito un particolare interesse per il giovanile, cosa che a Monza è sempre stato un fiore all’occhiello. Il Consorzio, non solo in queste ultime stagioni, ha fatto crescere e preparato giocatrici di rilievo nel panorama italiano che anche quest’anno si sono espresse al meglio in serie A2 femminile. Che campionato vedo la prossima stagione? Sicuramente competitivo. Quest’anno per esempio, rispetto agli scorsi, è stato più discontinuo e ricco di sorprese. Obiettivi? Diventare grandi - conclude -. Spero che il Saugella Team Monza, infatti, diventi presto una Ferrari in grado di competere ad alti livelli e affacciarsi con convinzione nel panorama del volley rosa nazionale”.

 

Ospite a Crema

Il mese scorso coach Pedullà, grazie all’amicizia che lo lega al cremasco Matteo Scotti è stato ospite del New Volley Ripalta Cremasca per una giornata all’insegna del volley dove ha svolto un allenamento di eccezione con le giovanili cremasche ed incontrato le ragazze della serie D. Dunque il professore di Novara, dopo un anno di assenza, torna in pista a predicare la sua pallavolo.

 

 

Servizio a cura di Romano Lombardi

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA di testi e foto

 

 

Tiramisù